Cultura e tradizione - Kultur und Tradition

Il costume tradizionale della val Gardena

Ogni anno, la prima domenica di agosto, in uno dei tre paesi della vallata, viene organizzato il corteo folcloristico “Val Gardena in costume”. Potrete ammirare il costume tradizionale della val Gardena, in diversi contesti: un tipico corteo nuziale gardenese, bande musicali, gruppi di ballo folcloristico e carri sui quali sono rappresentati i mestieri di un tempo.

 

Il costume tradizionale della val Gardena è considerato uno dei costumi più belli dell’Alto Adige. Le cause principali sono da ricercare nella diffusione:

  • del lavoro al tombolo tra la popolazione femminile, che ha comportato una maggiore abilità nella produzione di pizzi e nella cura dei dettagli ornamentali;
  • dell’artigianato, che ha portato i gardenesi a viaggiare nel mondo e quindi ad acquisire nuove conoscenze in fatto di moda.

 

Nei giorni di festa tutti indossavano un copricapo nero, detto Cneidl, un mantello nero, chiamato Bagana, una cintura con le posate e un manicotto di pelliccia. Le donne sposate avevano un foulard di pizzo giallo e i capelli raccolti e bloccati da un ago, un pettine e un’ampia fascia di seta nera. Le ragazze nubili portavano i capelli intrecciati e un fazzoletto rosso.

 

Gli uomini indossavano cappelli verdi, gialli o neri con una grande tesa, una fascia larga che pendeva all'indietro e con molte piume. Le bretelle di colore verde venivano portate sopra il gilet, mentre ora vengono indossate sotto un panciotto a fiori dagli uomini sposati e sopra un panciotto rosso dagli uomini liberi. Dal 1700 nacque l’usanza di decorare la cintura con chiodini di piombo e nei secoli successivi con piume di pavone, come era tradizione soprattutto in val Sarentino.

Prenota la tua vacanza

VERIFICA DISPONIBILITA'